La Scuola

La parte essenziale della trasmissione dell’Aikido avviene da cuore a cuore, da anima a anima, “I shin den shin”. Condizione essenziale perchè questa possa realizzarsi è la chiarezza del rapporto maestro-allievo e lo spirito di gratitudine nei confronti delle persone che ci hanno preceduto lungo la via dell’Aikido.

Ueshiba Morihei Sensei

Fu il fondatore dell’Aikido. Durante tutta la vita manifestò un profondo interesse per il budo (via delle arti marziali) e la spiritualità. Sviluppò l’Aikido a partire dal 1923, basandosi sullo studio degli antichi budo a mani nude e delle arti della spada. Alla fine degli anni 40 poi, prese una direzione decisiva. Volle che l’Aikido avesse innanzi tutto un fine spirituale, sperimentato attraverso le tecniche del budo. Morihei Ueshiba morì nel 1969 all’età di 86 anni. Dopo la sua morte la sua arte si è diffusa in tutto il mondo.

Hikitsuchi Michio Sensei

Nacque nel 1923. Cominciò a praticare le arti marziali all’età di 9 anni. A 14 anni incontrò per la prima volta il Maestro Ueshiba, di cui fu allievo per quarant’anni. Ricevette il grado più elevato, il 10° Dan, nel 1969, qualche mese prima della morte del fondatore. Nella stessa occasione ricevette la trasmissione della tecnica del bastone lungo dell’Aikido (Masakatsu Bô-jutsu) e l’autorizzazione scritta ad insegnare questa pratica. Lo stesso per la tecnica della spada (Choshokubaï no ken). Il Maestro Hikitsuchi viveva a Shingu, cittadina della prefettura di Wakayama in Giappone. E` mancato il 2 febbraio 2004.

Hikitsuchi Michio Sensei

Nacque nel 1923. Cominciò a praticare le arti marziali all’età di 9 anni. A 14 anni incontrò per la prima volta il Maestro Ueshiba, di cui fu allievo per quarant’anni. Ricevette il grado più elevato, il 10° Dan, nel 1969, qualche mese prima della morte del fondatore. Nella stessa occasione ricevette la trasmissione della tecnica del bastone lungo dell’Aikido (Masakatsu Bô-jutsu) e l’autorizzazione scritta ad insegnare questa pratica. Lo stesso per la tecnica della spada (Choshokubaï no ken). Il Maestro Hikitsuchi viveva a Shingu, cittadina della prefettura di Wakayama in Giappone. E` mancato il 2 febbraio 2004.

Anno Motomichi Sensei

Ottavo Dan, in seguito alla scomparsa di Hikitsuchi Sensei ha assunto l’incarico di Dojo Cho (capo e responsabile) del Kumano Juku Dojo di Shingu, che ha tenuto fino alla fine di marzo del 2013. In precedenza era stato, per molti anni, capo degli istruttori del dojo, Shihanbu Cho. È nato nel 1931. Ha ricevuto il sesto Dan dal fondatore dell’Aikido. Nel 1978 ha ricevuto l’ottavo Dan. Insegna con generosità e con un eccezionale carisma.

Jean-Charles Wälti Sensei

Insegna l’Aikido dal 1990, anno in cui ha aperto la propria scuola. E’ allievo del Maestro Hikitsuchi, da cui ha ricevuto nel 1994 lo statuto di istruttore (Shidooshia) a Shingu e il mandato di insegnare l’Aikido a Ginevra, oltre al titolo di Shihan. In occasione del Kagamibiraki del 12 gennaio 2020 ha ricevuto il settimo Dan dell’ Aikikai di Tokyo dalle mani del Doshu Ueshiba Moriteru, su raccomandazione di Sugawa Sensei dojocho e del collegio degli shihan del Kumano Juku Dojo.

Jean-Charles Wälti si reca regolarmente in Giappone, al Kumano Juku Dojo di Shingu. La specificità del suo insegnamento risiede principalmente nell’autenticità dovuta al legame con Hikitsuchi Sensei, oltre che nel rispetto dell’insegnamento tradizionale dell’Aikido come è stato insegnato dal fondatore, il maestro Morihei Ueshiba.

Dal 2001, ogni anno, Jean-Charles Wälti viene a Parma a dirigere uno stage di Aikido organizzato dal’Aiki Juku Parma Dojo.

Jean-Charles Wälti Sensei

Insegna l’Aikido dal 1990, anno in cui ha aperto la propria scuola. E’ allievo del Maestro Hikitsuchi, da cui ha ricevuto nel 1994 lo statuto di istruttore (Shidooshia) a Shingu e il mandato di insegnare l’Aikido a Ginevra, oltre al titolo di Shihan. In occasione del Kagamibiraki del 12 gennaio 2020 ha ricevuto il settimo Dan dell’ Aikikai di Tokyo dalle mani del Doshu Ueshiba Moriteru, su raccomandazione di Sugawa Sensei dojocho e del collegio degli shihan del Kumano Juku Dojo.

Jean-Charles Wälti si reca regolarmente in Giappone, al Kumano Juku Dojo di Shingu. La specificità del suo insegnamento risiede principalmente nell’autenticità dovuta al legame con Hikitsuchi Sensei, oltre che nel rispetto dell’insegnamento tradizionale dell’Aikido come è stato insegnato dal fondatore, il maestro Morihei Ueshiba.

Dal 2001, ogni anno, Jean-Charles Wälti viene a Parma a dirigere uno stage di Aikido organizzato dal’Aiki Juku Parma Dojo.

Massimo Pietroni

E l’insegnante responsabile (dojocho) dell’Aiki Juku Parma, cintura nera quinto dan dell’Aikikai di Tokyo. È allievo di Jean-Charles Wälti Sensei, che gli ha concesso nel 1999 l’autorizzazione a insegnare e l’affiliazione al Wako Dojo di Ginevra. Nel 2009 ha ricevuto, sempre da Jean-Charles Wälti, lo statuto di Shidooshia dell’Aiki Juku Dojo.

Dal 2000 a oggi ha compiuto diversi soggiorni a Shingu, in Giappone, presso il Kumano Juku Dojo, ricevendo gli insegnamenti di Hikitsuchi Sensei, di Anno Sensei e degli Shihan del dojo.

Gabriele Barbarini

Descrizione